Free Massive Culture

Free Massive Culture

Oggi voglio condividere con voi il riferimento a due libri che trattano argomenti di Segnali e Trasmissione, e che udite udite, sono liberamente accessibili! Finalmente ci si inizia rendere conto che il mercato editoriale è un qualcosa ad unico vantaggio degli editori, intermediari tra la cultura e la sete di conoscenza. Già da tempo lo sviluppo della rete rende il ruolo degli editori inutile, se non per il servizio di stampa il cui costo su larghe tirature continua ad essere vantaggioso rispetto alle fotocopie, se non fosse per il ricarico dell’editore, e magari anche per le esagerate pretese di compenso di qualche autore, neanche fosse l’unico detentore del sapere. Al contrario, chi dopo tanto studio pensa di essere venuto a capo di una spiegazione dei fatti che finalmente risulta comprensibile, e ne ravvisa l’utilità per gli sviluppi futuri, è ben felice di poter diffondere la conoscenza anche gratuitamente, alla massima velocità consentita dal web! Ma veniamo i link promessi.

Massive MIMO Networks

Come dice il titolo, il testo spiega il funzionamento delle reti radiomobili di ultima generazione, che fanno uso di molte antenne presso la stazione radio base, molte di più di quanti utenti possono essere contemporaneamente connessi. Detta così non sembra chissà che cosa, ma scavando un po’ si scopre che voler tenere assieme le diverse esigenze di efficienza spettrale, energetica e realizzativa è una impresa niente affatto semplice. Eppure lo svedese, il tedesco e l’italiano che ne sono autori riescono, a piccoli ma significativi passi, ad affrontare l’argomento in tutti suoi aspetti, senza neanche sommergere il lettore di quelle valanghe di conti che spesso plagiano tali approfondimenti, conti che vengono invece confinati molto bene nelle appendici. Si, ma il link? eccolo!

Emil Björnson, Jakob Hoydis and Luca Sanguinetti (2017), “Massive MIMO Networks: Spectral, Energy, and Hardware Efficiency”, Foundations and Trends® in Signal Processing: Vol. 11, No. 3-4, pp 154–655. DOI: 10.1561/2000000093, Link: https://massivemimobook.com/wp/free-pdf/

Lezioni di Comunicazioni Digitali

Mentre il precedente testo è anche in vendita in formato a stampa, questo secondo libro sembra ancora in attesa di trovare un editore, oppure che lo stesso termini un processo di revisione, oppure ancora che si trovi il tempo per aggiustare le cose rimaste un po’ in sospeso. Ci troviamo di fronte ad un testo in italiano, il cui autore ha già al suo attivo uno dei volumi più diffusi su scala nazionale sull’argomento: dunque non un outsider (pur se accademico) come me, ma un professore affermato. Il risultato di tali premesse è un testo scorrevole, che partendo dalle basi più elementari riesce senza troppa fatica ad eseguire una sintesi che ci porta dritti dritti alle più moderne tecniche di modulazione, trasmissione, implementazione, e codifica. Il link al PDF del testo mi è stato indicato da Google, ed è presente nella pagina del materiale didattico per i corsi svolti dal docente. Il riferimento completo è:

Marco Luise, “Lezioni di Comunicazioni Digitali“, I Edizione, Copyright © 2021 University of Pisa. Link: http://www.iet.unipi.it/m.luise/LCD_Luise_draft.pdf

E la mia nuova edizione?

Già. è vero, chi legge si sta chiedendo se la leggendaria nuova edizione del mio testo vedrà mai la luce. La risposta è ovviamente si, sto appunto portando a compimento il nuovo capitolo sulle trasmissioni multi-antenna o MIMO, motivo per il quale mi sono imbattuto nei testi riportati sopra. Per fortuna, in quanto finché mi sono limitato a tentare di seguire gli sviluppi della ricerca pubblicati sulle famigerate “riviste scientifiche”, sono rimasto invischiato in un guazzabuglio schizofrenico di particolari senza un filo logico, che invece è l’elemento più importante per rendere la lettura scientifica un qualcosa da cui si esce avendo capito come stanno le cose. Ma stavolta la colpa non è degli editori o degli autori, la colpa è del sistema di valutazione degli atenei, che spingono docenti e ricercatori a pubblicare pezzi di carta come se non ci fosse un domani. Al di là del valore che può portare l’essere allineati con lo stato corrente della tecnologia, una tale febbre pubblicistica non fa che aumentare l’entropia della ricerca bibliografica, ed ingolfare la ricerca di conoscenza con infiniti risultati marginali o legati a particolari casi specifici.

Ma al di là della polemica, la nuova edizione del mio testo vedrà luce tra breve, e sarà meravigliosa 🙂

Photo by Haseeb Jamil on Unsplash   

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *