Chi siamo

Sono un ricercatore universitario sessantenne che ad un certo punto ha smesso di rincorrere le riviste, i congressi, la ricerca dei fondi etc etc, per impegnarsi in un progetto editoriale che scavalca gli atenei e gli editori. Quando mi è stato annunciato che il computer della Sapienza dove erano ospitati gli scritti sviluppati nel corso degli anni dedicati alla didattica sarebbe stato spento, ho registrato teoriadeisegnali.it in cui è compresa questa vetrina, tramite la quale consento il download personale dei contenuti presenti nel sito, e raccolgo le donazioni a sostegno del proseguimento del progetto.

Lo sviluppo di un buon testo didattico non è tra le attività a cui l'Università attribuisce un valore particolare, che invece viene riconosciuto ai lavori scientifici, pubblicati da case editrici per le quali il personale accademico lavora gratuitamente, e anzi l'Università paga (gli editori) per ricevere le riviste a cui attribuisce valore. Se questo porti o meno ad un aumento del PIL non so, so invece che il mio lavoro di divulgazione è svolto a puro beneficio dei suoi lettori, mentre per l'Università ha valore nullo.

Per questo motivo, ricevere un segno concreto di riconoscenza (o donazione) rappresenta per me una forma di sostegno morale prima ancora che materiale, e mi incoraggia a continuare.

Segnali in Vetrina uses cookies. For more detailed information about these cookies please see our privacy policy. Please accept to continue or block all non-essential cookies.

I accept cookies from this site.